#LeStorie: mozzarelle antimafia al caseificio “Le Terre di Don Peppe Diana”

Con #LeStorie si inaugura oggi una nuova rubrica del blog, in cui troveranno posto tutte quelle realtà, fatte in primo luogo di persone, che sebbene altrove non facciano più “notizia”, meritano comunque di essere raccontate.

La storia di oggi riguarda una cooperativa sociale, Le Terre di Don Peppe Diana – Libera Terra, specializzata nella produzione di mozzarelle e ricotta di bufala. Un caseificio, dunque, che rientra nel progetto Libera Terra, promosso da Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie, con l’obiettivo di «valorizzare territori stupendi ma difficili, partendo dal recupero sociale e produttivo dei beni liberati dalle mafie per ottenere prodotti di alta qualità». I metodi utilizzati, inoltre, promettono di rispettare l’ambiente e la dignità della persona e di creare un sistema economico fondato sulla legalità.

13497556_1066347283441689_4181023673514409252_o

Le Terre di Don Peppe Diana – Libera Terra si trova a Castel Volturno, nel casertano, e sorge su un terreno confiscato alla camorra. Il nome scelto per la cooperativa non è affatto casuale: don Peppe Diana, sacerdote assassinato dai casalesi il 19 marzo del 1994 nella sua chiesa di Casal di Principe, è un simbolo di legalità di questo territorio, da sempre di dominio esclusivo della mafia. La decisione di avviare un’azienda agricola virtuosa e sostenibile, infatti, nasce dalla volontà dei soci di «segnare una svolta nel lungo e difficile percorso di trasformazione che porterà le terre di camorra ad essere identificate d’ora in poi come le terre di don Peppe Diana». Non secondario il tentativo di contribuire al risanamento di un settore commerciale, come quello della mozzarella di bufala, da troppi anni inquinato dalla presenza della camorra.

La produzione di latticini a base di latte di bufala locale inizia nel 2012, dopo una prima fase di formazione della cooperativa e di ricerca dei fondi necessari. Il caseificio è oggi operativo dal lunedì al giovedì e offre prevalentemente tre prodotti: “Il G(i)usto della mozzarella” (mozzarella di bufala DOP), ricotta e scamorza di bufala. La vendita avviene sia sul territorio italiano, attraverso una rete di commercio solidale, sia online. Maggiori informazioni sono reperibili qui e qui.

– Foto: Coop. Soc. Le Terre di Don Peppe Diana – Libera Terra

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...